AGGIORNAMENTO

Pubblicato il 8 March 2013 08:50

immagine AGGIORNAMENTO  IERI SERA, 07/03/20103, SI E‘ TENUTA LA RIUNIONE A CAGLIARI, PALAZZO DELLA REGIONE TRA LO STAFF DELL‘AVVOCATO SCIFO - COADIUVATO DALLA DOTTORESSA RANDACCIO - RAPPRESENTATI DEI MOVIMENTI PER SARDEGNA ZONA FRANCA - E I DIRIGENTI DELL‘ASSESSORATO COMPETENTE CON OGGETTO: RICHIESTA DI ADEGUAMENTO OVVERO RIDUZIONE DEI PREZZI DEI CARBURANTI E DELL‘ENERGIA QUALE APPLICAZIONE DEGLI EFFETTI DELLA DELIBERA REGIONALE CHE HA DICHIARATO LA SARDEGNA "ZONA FRANCA INTEGRALE".
IL CONFRONTO E‘ SEMPRE ACCESO VISTO IL DIBATTITO APERTO ANCHE TRA I POLITICI DI PROFESSIONE E DI LUNGO CORSO, ESPERTI STUDIOSI DELLA MATERIA E PROFESSIONISTI RELATIVO ALLA POTESTA‘ O MENO DELLA GIUNTA REGIONALE, IN BASE ALLE LEGGI VIGENTI - CONOSCIUTE O MENO - DI AUTO-DICHIARSI Z.F.I.
ORA, ESSENDO CHIARO A TUTTI CHE LA STRADA INTRAPRESA PER OTTENERE UN DIRITTO QUESTO DEVE ESSERE STABILITO DA NORME DI LEGGE, A CONFERMA DI QUANTO SOPRA E‘ STATA CITATA LA LEGGE REGIONALE DEL 25 LUGLIO 2008 - LA N.10, FATTA APPROVARE PROPRIO DAL SARDISTA MANINCHEDDA, IL CUI ARTICOLO 1 - A DETTA DI TUTTI I PARTECIPANTI ALLA RIUNIONE - FUGHEREBBE TUTTI I DUBBI CIRCA LA LEGGITTIMITA‘ DELLA DELIBERA CAPPELLACCI - EROE SENZA VOTI - SUO MALGRADO.
IL COMMENTO LAPIDARIO DELL‘AVVOCATO SCIFO E‘ FULMINATE: UN DIRITTO E‘ UN DIRITTO, QUESTO NON PUO‘ SCADERE COME IL LATTE FRESCO.

LA LETTERA INVIATA ALLA SEDE DELLA SARAS A MILANO HA AVUTO RISPOSTA UFFICIALE: LA DIRIGENZA ASPETTA DELUCIDAZIONI RELATIVO AL QUADRO NORMATIVO ALL‘INTERNO DEL QUALE ESSA DEVE MUOVERSI. OVVERO ATTENDONO ISTRUZIONI DA ROMA.
PER QUANTO SOPRA CI VUOLE VERAMENTE POCO. BASTA APPLICARE LE LEGGI ESISTENTI, SCOVARLE E FARLE VALERE.
SIAMO IN ATTESA DI ULTERIORI SVILUPPI . INVITIAMO TUTTI I VISITATORI ALLA INFORMAZIONE CONTINUA, ALLA CONDIVISIONE DEI FATTI CONCRETI E ALLA CALMA.
CERTO MANCA L‘ORGANIZZAZIONE E RISPOSTE PIU‘ PUNTUALI.
LO STAFF DEL BLOG SONO PERSONE CHE LAVORANO, NON POLITICI DI PROFESSIONE CHE HANNO TUTTO IL GIORNO PER STUDIARE, LEGGERE, ANCHE SABOTTARE.
RICEVIAMO ESORTAZIONI DA TUTTA L‘ITALIA, SARDI E NON. LA PERCEZIONE E‘ CHE ABBIAMO UN SOSTEGNO PIU‘ GRANDE DI QUELLO CHE IMMAGINIAMO, ANCORA NON EVIDENTE VISTA LA COMPLESSITA‘ DI TUTTA L‘OPERAZIONE, ALL‘INTERNO DI QUESTO MINESTRONE POLITICO E SUCCUBI DELLE IMPOSIZIONI DELLA U.E. ATTRAVERSO IL M.E.S. ED IL FISCAL COMPACT.
RICORDO CHE PER I PROSSIMI 20 ANNI IL FISCAL COMPACT CI COSTRINGE AD ABBATTERE DI 1/20 IL DEBITO PUBBLICO PARI A 50 MILIARDI DI EURO. VUOL DIRE CHE LO STATO DEVE FARE 2 MANOVRE FINANZIARIE: UNA PER LE SPESE CORRENTI, SEMPRE SUPERIORI ALLE ENTRATE E L‘ALTRA DA 50 PER RIPIANARE IL DEBITO PREGRESSO TOTALE -AD OGGI- 2.000 MILIARDI DI EURO. QUANDO MAI NE USCIREMO CON LA CRISI CHE CI STRANGOLA?
LA ZONA FRANCA INTEGRALE, SEPPURE APPLICATA AD UNA ISOLA COSI‘ GRANDE, AFFIANCATA PERO‘ DA SERI PROVVEDIMENTI DI FISCALITA‘ DI VANTAGGIO, PUO‘ CONSENTIRE, A TUTTI GLI ABITANTI DELLA SARDEGNA, DI AVERE ANCORA UNA SPERANZA.


Commenti (2)

commentato il 8 March 2013 23:33
Credo che sia arrivato il momento di faR VALERE I NOSTRI DIRITTI.Considerando che la "ZONA FRANCA INTEGRALE" è compresa in questi diritti legalmente e a tutti gli effetti dobbiamo impegnarci tutti insieme per una volta tanto "forza parisi" che può cambiare in modo definitivo la nostra vita e quella dei nostri figli per sempre !!!

commentato il 8 March 2013 11:15
Speriamo che tutto questo sia realtà perché la situazione economica che abbiamo in sardegna sta portando a pensare cose che non si dovrebbero pensare.I brutti pensieri si potrebbero mutare in realtà.mi auguro che i nostri politici capiscano quello che stiamo vivendo.E la nostra unica speranza .ZONA FRANCA INTEGRALE


Per lasciare il commento è necessario fare il login
accedi al portale