CAGLIARI: I COMITATI IN COMMISSIONE

Pubblicato il 7 October 2013 18:08

immagine CAGLIARI: I COMITATI IN COMMISSIONE ECCO A TUTTI VOI, IL DOCUMENTO CHE CONSEGNEREMO DOMANI MARTEDI‘ 08 OTTOBRE 2013 IN CONSIGLIO REGIONALE. MOVIMENTI - COMITATI – ASSOCIAZIONI DELLA SARDEGNA ... Ill.mo Presidente del Consiglio On. Claudia Lombardo e Ill.mo Presidente della Prima Commissione - Finanze On. Ignazio Artizzu Della Regione Autonoma della Sardegna e p c Al Presidente della Regione Autonoma della Sardegna On. Ugo Cappellacci e All’Assessore al Bilancio – Programmazione - Finanze Dott.ssa Alessandra Zedda Oggetto: Incontro immediato, in data odierna, per l’apertura di un “Tavolo Tecnico Permanente” fra i componenti della Prima Commissione Consigliare –Finanze e una delegazione di ns Delegati. Ill.mi Presidenti e On.li Consiglieri, la presente per comunicarVi che i Movimenti, Comitati e Associazioni varie della Sardegna, PRETENDONO che in data odierna venga aperto un “Tavolo Tecnico Permanente”, in cui analizzare, discutere, affrontare e risolvere, le attuali problematiche che stanno affossando l’economia della Sardegna. VISTO: Il fallimento totale della politica (attuale e remota), che ha creato al Popolo Sardo: - l’IMPOVERIMENTO (economico, occupazionale, culturale, identitario e demografico; - lo SPOPOLAMENTO (dovuto all’emigrazione oltre mare alla ricerca di un lavoro; - l’INQUINAMENTO (con la scusa di portare lavoro in Sardegna sono state collocati gli stabilimenti più inquinanti d’Italia) a discapito della terra, dell’aria, del mare e soprattutto della salute dei Sardi (buste paga in cambio di veleni); - la MILITARIZZAZIONE (la Sardegna e sede di oltre il 60% delle Basi Militari Italiane), che consente di tenere i territori vincolati costantemente, dove si testano armi di dubbia e pericolosa provenienza. La Sardegna è diventata un’AREA DÌ GUERRA!! VISTO: Il DIRITTO NEGATO della Sardegna in “ZONA FRANCA ”, riconosciuto e spettante ai Sardi da decenni e che a sua volta ha fatto si che ci venissero negati: - il Diritto al LAVORO (nella propria terra di appartenenza); - il Diritto allo STUDIO (della cultura e storia della Sardegna); - il Diritto alla STORIA (l’Archeologia Sarda è “stipata” da decenni, presso i magazzini dei Ministeri dei Beni Culturali di Cagliari e Sassari e non nei musei dei comuni di appartenenza); - il Diritto alla CONTINUITA’ TERRITORIALE (la Sardegna è perennemente sotto ricatto dalle Compagnie Aeree e di Navigazione in accordo con lo Stato Italiano). Che ha messo in condizioni di dover sostenere altissimi costi per il commercio e diminuzione di passeggeri Sardi e non; - il Diritto alla SALUTE (l’alto tasso di materie inquinanti derivanti dagli stabilimenti industriali e dalle armi testate nei Poligoni Militari hanno provocato e stanno tutt’ora provocando, migliaia di morti; - Diritto all’uso della LINGUA SARDA (La lingua Sarda è l’espressione STORICA, CULTURALE ed IDENTITARIA del Popolo Sardo); CONSIDERATO - Che sono purtroppo TANTE e TROPPE le vite di Sardi che non sono riusciti a sopravvivere all’attuale stato di crisi che li ha portati a scegliere la strada del suicidio; - Che la Nostra Terra si è purtroppo conquistata il primato a livello Nazionale Italiano, di Regione con la più alta percentuale di casi di suicidio, dovuti alle situazioni debitorie nei confronti delle Banche e dello Stato (EQUITALIA). - PERTANTO Voi avete il DOVERE e il POTERE, di bloccare immediatamente con le necessarie modifiche legislative, questo GRAVE stato di pericolo in cui versa la Sardegna intera. RITENIAMO che oggi, non ci sia nient’altro di più importante, rispetto a quanto suddetto, da inserire nell’elenco dei lavori relativi alla Commissione che Voi rappresentate, per ridare quanto prima, a tutto il Popolo Sardo, il bene più prezioso di questo mondo….. LA DIGNITA’!! La DIGNITA’ di un Popolo che ha sempre operato con rispetto ed onestà e che si trova a pagare lo sconto del debito pubblico Italiano (che non gli appartiene) da parte di uno Stato che da sempre considera i Sardi “parte del Popolo Italiano” solo per i DOVERI e non per i DIRITTI!! PERTANTO Abbiamo preso la decisione di insediarci in data odierna con i nostri rappresentanti, presso la Vs sede, per dare immediato inizio ai LAVORI DI RIORDINE BUROCRATICO E LEGALE, per trovare insieme le giuste soluzioni atte a ridare fiducia e speranza al futuro della Sardegna e dei Sardi. Cagliari 08 ottobre 2013 con osservanza Movimenti Comitati e Associazioni Della Sardegna


Commenti (0)


Per lasciare il commento è necessario fare il login
accedi al portale