LA POLITICA SI MUOVE: OPERATIVA LA SARDINIA FREE ZONE

Pubblicato il 27 May 2013 16:53

immagine LA POLITICA SI MUOVE: OPERATIVA LA  SARDINIA FREE ZONE DA CAGLIARIPAD DEL 20 MAGGIO 2013

Trentadue milioni e 174 mila euro per il 2013, più un milione 690 mila euro per gli anni 2014 e 2015. A tanto ammonta la mini manovra varata dalla giunta regionale martedì scorso.

Tra le proposte dell‘esecutivo compare l‘istituzione dell‘Agenzia per la riscossione delle entrate e la gestione della fiscalità di vantaggio, compresa il controllo della moneta complementare, il Sardex. Spariscono inoltre gli attuali Consorzi industriali provinciali e le Zone di interesse regionali (Zir) e vengono istituite le Aziende Distrettuali di Sviluppo Industriale (Adsi), mentre la società Sotacarbo è trasformata in società in house.

Sul fronte della Zona franca, ‘Cagliari Free Zone‘ viene trasformata in ‘Sardegna Free Zone‘: sarà controllata per il 33% delle Adsi interessate, per un altro 33% dalle varie Autorità di gestione dei porti e per il restante 34% dalla Regione.

Arriveranno poi 12 milioni di euro per un fondo destinato al credito in agricoltura a favore delle aziende di produzione primaria aventi sede operativa in Sardegna, più 4 milioni per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese agricole in difficoltà, ma gli aiuti dovranno essere sottoposti all‘approvazione della Commissione europea perché non si incorra, come accaduto con la legge 44, in una infrazione per aiuti di Stato. Ulteriori 13 milioni saranno utilizzati per la gestione degli impianti consortili e la gestione dei consorzi di bonifica.

Si punta sui ‘Distretti urbani del commercio‘ con 200 mila euro per tre anni, mentre 400 mila euro l‘anno dal 2013 al 2015 serviranno per mantenere il livello occupazionale delle imprese nei comparti del turismo, artigianato e commercio. Un milione e 400 mila euro vengono stanziati a favore della società di gestione dell‘aeroporto di Olbia (Geasar) quale rimborso per la promozione del traffico aereo internazionale nel 2009; 5,7 milioni, invece, potranno essere destinati ad un programma di promozione dell‘immagine unitaria della Sardegna attraverso eventi di carattere sportivo nazionale ed internazionale, compresa la partecipazione a campionati della massima serie delle principali discipline.

La Gunta, infine, prevede un milione di euro per trasferire le attività del Ministero della Difesa che dovrà cedere gli immobili dismessi alla Regione.

NOTA DEI GESTORI.
NESSUN RISALTO ALLA RIVOLUZIONE NEGLI ENTI DI GESTIONE TERRITORIALI PRODUTTIVI. POCO SI PARLA DELLA LEGGE APPROVATA DI SARDINIA FREE ZONE, CHE E‘ QUELLA CHE GESTIRA‘ TUTTI I SEI PORTI FRANCHI IN SARDEGNA DI PROSSIMA APPROVAZIONE. QUANDO ARRIVERA‘ INVECE OPERATIVA LA ZONA FRANCA INTEGRALE PRONTE ANCHE LE ADSI CHE GESTIRANNO LE ZONE INDUSTRIALI PRODUTTIVE. CONTINUANO I CONTRIBUTI AL SETTORE AGRICOLO - GRANDE SERBATOIO DI VOTI - E, NON MANCA, MARCHETTA PUBBLICITARIA.
IMPORTANTE INVECE L‘AVVIO DELLA MONETA COMPLEMENTARE SARDEX.
RISULTATO: LA POLITICA E‘ PRONTA. SEMPRE.


Commenti (0)


Per lasciare il commento è necessario fare il login
accedi al portale