POST DEI MODERATORI: CREDERE E VERITA‘

Pubblicato il 10 March 2013 08:20

immagine POST DEI MODERATORI: CREDERE E VERITA‘ SIAMO ARRIVATI AL PUNTO CHE OGNI GIORNO LEGGIAMO O VEDIAMO DICHIARAZIONI DI POLITICI PROFESSIONISTI SULLA ZONA FRANCA INTEGRALE IN SARDEGNA: TUTTI ARRIVANO ALLA CONCLUSIONE CHE COSI‘ COME IMPOSTATA, IN BASE A LEGGI, INTERPRETATE A COMANDO, O CONSIGLIATI DA FUNZIONARI DI PARTITO, NON S‘HA DA FARE.
L‘INSIEME DI TUTTE QUESTE OPINIONI, COMPRESE QUELLE DI INGEGNERI, PROFESSORI UNIVERSITARI DI DIRITTO COSTITUZIONALE, FIGURE FELICEMENTI PRESENTI IN SARDEGNA, HANNO L‘EFFETTO DI TENTARE DI FIACCARE L‘ENTUSIASMO UNITO ALLE SINCERE CONVINZIONI DEGLI ATTIVISTI DEI MOVIMENTI PRO ZONA FRANCA.
NEL MONDO CI SONO CIRCA 2 MILIARDI DI PERSONE CHE PENSANO CHE DUEMILA ANNI FA SIA ESISTITO UN UOMO CHE GIRAVA PREDICANDO L‘AVVENTO DEL REGNO DI UN IPOTETICO SIGNORE E, PER CONVINCERE LA GENTE CHE DICEVA IL VERO, CAMMINAVA SULL‘ACQUA, GUARIVA IN UN SECONDO LA GENTE, MOLTIPLICAVA I CIBI. DOPO LA SUA MORTE ADDIRITTURA E‘ SPARITO.
ANCHE NEL SUO GRUPPO DI FEDELI SUPPORTER C‘E‘ STATO QUALCUNO CHE SI E‘ VENDUTO ALL‘OPPOSIZIONE. GIA‘ ALLORA SI NOTAVANO I TRATTI CARATTERISTICI DELLE DEBOLEZZE UMANE.
SE CI FOSSE OGGI QUALCUNO CHE POTESSE AFFERMARE CHE DIO NON E‘ MAI ESISTITO CHE COSA CAMBIEREBBE NELLA TESTA DEI 2 MILIARDI DI CREDENTI? ASSOLUTAMENTE N I E N T E.
PERCHE? PERCHE UN CONTO E‘ LA VERITA‘ IN SE STESSA, NUDA E CRUDA, UN CONTO E‘ IL C R E D E R E. QUESTA SPINTA CHE OGNUNO DI NOI POSSIEDE VERSO UN QUALCOSA RITENUTA SUPERIORE ALLA VERITA‘ STESSA.
PER TORNARE A NOI, SE ANCHE LA U.E., TUTTI I POLITICI SARDI CHE DICONO DI FARE GLI INTERESSI DEI SARDI, LE DOGANE, IL GOVERNO, I GRILLINI CHE SCASSANO I MARONI, DICESSERO LA LORO "VERITA" NEGATIVA, ORMAI NON CI FERMA PIU‘ NESSUNO.
SIAMO TANTISSIMI CHE CREDIAMO CHE LA SARDEGNA LIBERA OTTENUTA ATTRAVERSO LA ZONA FRANCA INTEGRALE SIA L‘UNICA E ULTIMA STRADA DI REALE RISCATTO DEL POPOLO SARDO, DISPERSO MA NON PERSO.
ALLORA INVITIAMO TUTTI AD ANDARE AVANTI, CONDIVIDERE E SCAMBIARSI INFO, NEI MOMENTI BUONI ANCHE STUDIARE I FATTI, LA STRADA E‘ IN SALITA, NON CI REGALERANNO NIENTE.

LA VERITA‘ E‘ CHE FINALMENTE ANCHE NOI ABBIAMO UN SOGNO CONDIVISO. ANDIAMO A PRENDERCELO.


Commenti (9)

commentato il 12 March 2013 10:55
Dobbiamo ripararci, dobbiamo noi che siamo un popolo uno dei più antichi, ragionare ,istruire e far sapere al prossimo la verità . Voglio sottolineare una cosa abito a Li Punti nella mia via tutti i miei vicini anno sempre lavorato me compreso be siamo tutti disoccupati abbiamo tutti famiglia stiamo arrancando elemosina a destra e sinistra, non c‘è lavoro io ho sempre lavorato ma ora dove ti giri trovi sofferenza e tristezza

commentato il 12 March 2013 10:47
che senso a, trasformare la zona industriale di Sassari in un gigante ristorante? non a senso o forse si ,forse qualcuno ne trae vantaggio,ma lo sapete un ristoratore i sacrifici che fa e che sta cercando di fare per dare lo stipendio ai suoi dipendenti e lo sapete si sta vendendo tutto tutto e poi deve cercare di tenere tutto in regola seno lo sventrano di multe care e salate,no mi dispiace , questo è solo un‘esempio

commentato il 12 March 2013 10:42
No. Tu regione mi devi mettere in condizione di lavorare non darmi il finanziamento già in debito.In questi anni ci siamo indebitati quasi tutti ora devono dare, aiutare le aziende presenti nel territorio sardo dobbiamo trovare il modo di risanare i debiti e ampliare le nostre aziende di far lavorare i nostri giovani di metterli in condizione di fare impresa, non di prendere i soldi e indebitarci subito,non di dare libero accesso a chi a i soldi solo i soldi e investire e distruggere la piccola e media impresa solo per che a i soldi.

commentato il 11 March 2013 16:40
E dove ci sono i progetti manca la gente che voglia attivarsi. O il guadagno è tanto e immediato, o non si fà nulla. Se non cambia il modo di porsi dei nostri giovani, e di tanti fra noi meno giovani, la zona franca non porterà nulla.Certo non sarà Lei a portare sogni,entusiasmo,progetti.Tutte cose che l‘ imprenditore che viene in Sardegna, ha di suo.

commentato il 11 March 2013 16:32
mancano le persone , le idee, l‘ entusiasmo di fare.Dove sono gli artigiani? Dove sono gli addetti al marketing? dove sono i progetti che già oggi funzionerebbero,senza investimenti ma aggregandosi e lavorando? Forse bloccati dall‘ inerzia. Dal fatto che lavorando 4 mesi si prende la disoccupazione per 6. Dal fatto che non si sa che si possono guadagnare quasi 5000 € all‘ anno esentasse.

commentato il 11 March 2013 16:27
Il sogno condiviso è una bella cosa. Che lo straniero venga per portare via, è sbagliato. Non è lo straniero. E‘ un imprenditore, che rischia di suo, dove crede vi siano delle opportunità.è inutile prendersela con chi ha intenzione di venire a investire in Sardegna, e alle potenzialità della Sardegna crede.Meglio prendersela coi politici che vogliono imporsi a questi,causando danni e null‘ altro

commentato il 10 March 2013 17:16
Paolo è vero ci sono molte multinazionali che vogliono investire in sardegna ,abbiamo l‘oro sotto i piedi e ce lo vogliono soffiare,è ora di smetterla di parlare al bar di fame e di tristezza ci stiamo giorno dopo giorno scavando la fossa e perdendo la dignità ," un‘uomo senza lavoro è senza futuro" GIOVANNI GRAPEGGIA

commentato il 10 March 2013 12:07
Ma lo vedo solo io o l‘economia sarda è in completo stallo?
Guardate gli scafali dei supermercati e dei negozi in genere, sono vuoti!!!
Secondo voi cosa significa???
Dobbiamo riuscire in questa rivoluzione pacifica!

commentato il 10 March 2013 11:05
Volevo mettere l‘accento sul fatto che questo fatto rivoluzionerebbe i commerci via mare e non del mediterraneo creando un punto di smistamento per le merci provenienti da tutto il mondo!
Ma perchè non se ne parla sui TG nazionali???
Ma perchè un rappresentante del governo non si esprime in merito anche per dire picche!
Io mi chiedo come questa piccola-grande rivoluzione pacifica che la regione Sardegna sta tentando di attuare non ha suscitato nessun interesse mediatico nazionale e infatti trovo ancora persone completamente all‘oscuro di questo movimento che sta portando avanti questa battaglia con le istituzioni?
Saluti


Per lasciare il commento è necessario fare il login
accedi al portale